Incidenti stradali

Il papà buono non ce l’ha fatta: muore dopo una lunga agonia

Tragedia sulla Superstrada della Valcamonica, all’altezza di Ceto: a 24 ore dall’incidente muore il 45enne Claudio Saleri, in macchina con il figlio Matteo rimasto miracolosamente illeso. Morto in ospedale

La notizia che nessuno avrebbe mai voluto leggere è fatalmente arrivata: non ce l’ha fatta Claudio Saleri, il 45enne di Sellero – ma originario di Quinzano d’Oglio – protagonista di un terribile incidente lungo la SS42 del Tonale, all’altezza dell’uscita di Ceto. Era in macchina insieme al piccolo Matteo, il figlio di soli 4 anni, quando intorno alle 14.30 di lunedì è avvenuto lo schianto.

La sua auto, un’Alfa 147, avrebbe improvvisamente sbandato fino ad invadere la corsia opposta e a colpire in pieno una Toyota Rav4, guidata da una donna di 72 anni residente nel milanese. Un impatto che poi si rivelerà fatale, circa 24 ore più tardi.

Sul posto due ambulanze e un elicottero, che ha provveduto al trasporto in ospedale, al Civile di Brescia. Al Civile anche il bimbo di 4 anni, seduto dietro e rimasto miracolosamente illeso. Saleri è morto dopo una lunga agonia.

Originario di Quinzano, da tempo abitava a Sellero insieme alla compagna Licia e al figlio Matteo. A breve la data dei funerali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il papà buono non ce l’ha fatta: muore dopo una lunga agonia

BresciaToday è in caricamento