Guida senza patente, uccide padre di 4 figli: condannato a 3 anni e 6 mesi

Nell'aprile scorso aveva investito e ucciso un operaio agricolo di 43 anni, padre di quattro figli: era scappato, la moglie aveva cercato di coprirlo. Smascherato dalla Stradale è stato condannato a tre anni e sei mesi

A incriminare definitivamente Mauro Grazioli fu una testimonianza decisiva: qualcuno l'ha visto rincasare di gran corsa, a bordo della sua Lancia Y ammaccata. L'auto con cui aveva investito solo pochi minuti prima il 43enne egiziano Mohamed Orabi, operaio agricolo e padre di quattro figli che stava tornando a casa in bicicletta dopo una lunga giornata di lavoro. Grazioli era in macchina senza patente, già ritirata per guida in stato d'ebbrezza.

Le indagini avevano preso un'altra pista: sul luogo dell'incidente la Polizia Stradale vi aveva trovato la moglie di Grazioli, che si era presa la responsabilità dell'incidente. Poi smentita dalla ricostruzione effettuata dagli agenti, grazie alle telecamere e alla testimonianza di cui sopra. Grazioli venne arrestato due giorni dopo, la moglie denunciata per falso ideologico.

Dopo qualche mesel'incidente è avvenuto il 16 aprile scorso – Grazioli ha patteggiato una pena a tre anni e sei mesi: fino ad oggi era in casa, agli arresti domiciliari. Le accuse: falso ideologico, omissione di soccorso, guida con patente sospesa. Non è escluso che possa tornare presto in libertà, e scontare il residuo di pena con una misura alternativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento