Incidenti stradali

Carpenedolo: in Italia da 2 giorni, romeno muore investito in bici

L'uomo, Mihai Nichitean, era venuto in Italia per lavorare come lattoniere

Era in Italia da solo due giorni Mihai Nichitean quando, domenica sera verso le 19.30, è stato travolto e ucciso da un'auto mentre pedalava lungo la Strada provinciale 69, nel tratto che va da Carpenedolo a Mezzane di Calvisano.

Cittadino romeno classe 1967, era arrivato nel Belpaese per lavorare come lattoniere nell'impresa di un suo connazionale.

Come ogni migrante, era alla ricerca di una vita migliore. Ma, forse a causa del buio o per la visuale ridotta lungo la curva "Bacella", un'Alfa Romeo che viaggiava nella sua stessa direzione lo ha travolto violentemente, spazzando via in un istante tutti i suoi sogni. Sbalzato prima sul parabrezza e poi sul cordolo a lato della carreggiata, Nichitean è morto sul colpo.

I coniugi a bordo dell'auto hanno cercato di prestare i primi soccorsi, ma per il 46enne non c'è stato nulla da fare: inutile ogni tentativo di rianimazione. Sul posto per i rilievi la Stradale di Desenzano e Montichiari, a cui spetterà il compito di chiarire la dinamica del sinistro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpenedolo: in Italia da 2 giorni, romeno muore investito in bici

BresciaToday è in caricamento