Inferno in galleria: Malonno e San Zeno piangono Luisella e Fabio

Il cordoglio silenzioso di due comunità lontane ma vicine, strette nel dolore della morte di Luisella Mariotti, originaria di Malonno, e di Fabio De Filippi, da sempre residente a San Zeno. Oltre a loro anche 10 feriti a Breno

Luisella Mariotti e Fabio De Filippi

Sei vetture coinvolte, la galleria di Breno chiusa per ore, due morti e una decina di feriti. Il tragico bilancio di un pomeriggio da dimenticare, quando poco più tardi delle 14, sulla SS42, il sorpasso azzardato di un Audi ha provocato una carambola finendo per colpire prima un camion carico di billette, e poi le altre quattro vetture. Oltre alle due vittime – Fabio De Filippi di San Zeno e Luisella Mariotti di Malonno – sono ancora ricoverati in gravi condizioni anche una mamma e il figlio, di soli 12 anni.

Luisella Mariotti aveva 44 anni, originaria di Malonno. Da circa due anni aveva coronato il suo piccolo sogno, gestire (in proprio) un negozio di ortofrutta. E così dopo tanti sacrifici, il sostegno della famiglia e del compagno di vita, aveva finalmente aperto i battenti della sua bottega, la ‘Butiga de fruta e erdura’, a Vezza d’Oglio. Gli affari andavano bene, nonostante avesse aperto da poco. Il compagno, quasi coetaneo, gestiva invece il benzinaio del padre di lei, un distributore Agip a Mollo di Sonico. Luisella era proprio in macchina con il padre, al momento dell’incidente: lui è rimasto miracolosamente incolume. Lascia una figlia.

Fabio De Filippi aveva 47 anni, da sempre residente a San Zeno sul Naviglio. Gli amici lo ricordano come uno sportivo incallito: forse una volta ben più ‘praticante’, ora tifoso sfegatato delle squadre nostrane di basket e calcio, presidente dell’associazione di cacciatori della Pavoncella. Anche quest’anno, nonostante le difficoltà annunciate, aveva rinnovato l’abbonamento (in gradinata) per lo stadio Rigamonti, per andare a vedere le partite del Brescia Calcio. Seguiva da vicino anche il San Zeno Basket, di cui era presidente onorario, sempre attivo anche nel volontario quale presidente del gruppo Alpini della Volta. Commercialista e revisore dei conti, era sposato con due figli ancora piccoli, di 8 e di 13 anni.

Le vittime di quella carambola infernale che ha spezzato l’inerzia di un pomeriggio come tanti, sulla trafficata Statale 42 che taglia in due la Valcamonica. La strada è rimasta chiusa per ore, sul posto pattuglie della Polizia Stradale, l’eliambulanza, quattro mezzi del 118, i Vigili del Fuoco per liberare i feriti dalle lamiere, per rimuovere le automobili dalla galleria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento