Comacchio: ciclista bresciano muore investito in bicicletta

La vittima si chiamava Pietro Gentile, 63 anni, residente a Gavardo e padre di tre figli. Si trovava sulla Riviera Romagnola per una vacanza di 10 giorni

Travolto da un'auto sulla sua bicicletta, mentre pedalava in vacanza sulla Riviera Romagnola. E' morto così Pietro Gentile, vedovo 63enne di origine siciliana, da oltre trent'anni nel Bresciano e residente a Gavardo in via Campagnola.

Il tragico incidente è avvenuto a Lido delle Nazioni, una località balneare del comune di Comacchio. Verso le 11:00 di mercoledì mattina, il 63enne è stato travolto lungo via Nazioni Unite, da una Clio guidata da un turista piemontese di 68 anni. Da una prima ricostruzione, sembra che sia stata proprio l'auto a invadere la traiettoria del ciclista, sbucando da via Del Lago all'altezza della friggitoria "La baracchina".

Pietro Gentile si trovava al mare per 10 giorni di svago, arrivato nel Ferrarese a bordo del suo fedele camper, a cui aveva agganciato la bicicletta sui cui stava pedalando al momento dell'incidente. Al comandante della Polizia locale Concetto Tomasi, il triste compito di annunciare la morte ai tre figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento