Martedì, 15 Giugno 2021
Incidenti stradali

Nebbia fitta, inferno di sangue e lamiere in autostrada: un morto e 35 feriti

Tamponamenti a catena sulla A22, nel tratto compreso tra l'allacciamento con l'A4 e il casello di Verona Nord. Oltre 80 i veicoli coinvolti.

La foto di uno degli incidenti avvenuti sulla A22

Inferno di sangue e lamiere giovedì mattina nel tratto di A22 compreso tra l'allacciamento con l'A4 e il casello di Verona Nord. Gli incidenti si sono verificati prima delle 9 sulla carreggiata Nord, poco dopo anche sulla carreggiata che conduce verso Carpi: tra auto e mezzi pesanti i veicoli coinvolti sono oltre 80, per un totale di 23 incidenti nel tratto compreso tra i caselli di Verona Nord e Nogarole Rocca. Oltre alla nebbia fitta, a provocare questa disastrosa situazione potrebbero esserci anche velocità e distrazioni al volante, stando a quanto fanno sapere dalla Polstrada. 

Sul posto sono state inviate tutte le macchine della Polizia Stradale, numerosi mezzi del 118 e gli operatori dell'autostrada. I vigili del fuoco sono accorsi con 39 unità e 10 mezzi, che si sono messi al lavoro per mettere in sicurezza i veicoli e aiutare le persone rimaste incastrate negli abitacoli. I pompieri inoltre hanno aiutato il Suem a portare via coloro che sono rimasti al freddo dalla zona degli incidenti: le loro operazioni si sono concluse intorno alle 13.30.

Il bilancio finale dell'incidente è di 35 feriti totali (3 con codice Rosso, 10 con codice Giallo e 21 con codice Verde) e un morto, deceduto sul posto e poi trasportato alle Celle Mortuarie di Borgo Trento a disposizione dell'Autorità Giudiziaria: si tratta di Dino Ghezzi, 69enne di Parma.

Lo sfortunato 69enne stava percorrendo l'autostrada in direzione di Verona insieme ad un amico, quando sono rimasti coinvolti in uno dei numerosi sinistri. A quel punto i due sarebbero scesi dall'auto per mettersi al riparo, quando sono stati travolti: non è ancora chiaro se siano stati investiti direttamente da un'altra auto o se sia stata l'ennesima carambola, ma per Ghezzi non c'è stato niente da fare, mentre l'uomo che era con lui se l'è cavata senza gravi conseguenze. 

L'autostrada è rimasta chiusa in entrambe le direzioni praticamente per l'intera mattinata, così come i caselli di Carpi, Reggiolo/Rolo, Pegognaga, Nogarole Rocca, Mantova Sud e Nord.

Fonte: Veronasera.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nebbia fitta, inferno di sangue e lamiere in autostrada: un morto e 35 feriti

BresciaToday è in caricamento