Venerdì, 14 Maggio 2021
Incidenti stradali

Tragedia in moto sulla tangenziale: "Siamo sconvolti, Andrea lascia un grande vuoto"

La Polstrada ha aperto un'indagine per omicidio stradale: Andrea Cominelli è morto in sella alla sua moto Bmw sulla Sp11 in territorio di Rivoltella. Gravissima la compagna Daniela Zanchi

Andrea Cominelli (Facebook)

Una fatale inversione a U in tangenziale è costata la vita ad Andrea Cominelli, 60 anni di Rudiano: è stato travolto mentre era in sella alla sua moto Bmw insieme alla compagna Daniela Zanchi, 46 anni, attualmente in gravissime condizioni in ospedale. I due sono stati centrati in pieno da una Peugeot 3008.

Solo pochi attimi prima il conducente dell'auto, un 55enne di nazionalità albanese, avrebbe infatti deciso di fare inversione per evitare la lunga coda del controesodo domenicale, in direzione Brescia. Tutto è successo poco prima delle 18 sulla Sp11, in territorio di Rivoltella: mentre la Peugeot tornava indietro stava transitando la moto di Cominelli, che nel frattempo stava sorpassando la coda oltre la linea della carreggiata.

Impatto inevitabile, morto sul colpo

Da qui l'impatto inevitabile, e purtroppo mortale per il 60enne di Rudiano, molto conosciuto in paese e non solo: lavorava nel settore dell'edilizia, ma soprattutto da 12 anni (rieletto lo scorso gennaio) era il presidente di Rudiano Motori, il celebre motoclub del paese della Bassa. Anche domenica era in sella alla sua “fedelissima”, la moto che lo accompagnava da tanti anni in giro per l'Italia.

Illeso il conducente della Peugeot, ricoverato in ospedale a Desenzano ma solo per accertamenti: non si sono fatti niente neanche gli altri tre passeggeri, un uomo di 57 anni e due donne di 22 e 45. Sul posto l'automedica e due ambulanze (Croce Bianca e Croce Rossa) oltre ai Vigili del Fuoco e alla Polstrada di Desenzano cui sono stati affidati i rilievi.

Aperta un'indagine per omicidio stradale

Come da prassi, s'indaga per omicidio stradale: già sequestrati i due mezzi coinvolti nel sinistro, già sottoposto ai dovuti accertamenti (alcol e droga) il 55enne alla guida della Peugeot. Come detto Cominelli era un volto noto in paese e non solo, appassionato di motori e impegnato nel sociale. Lo piangono anche l'ex moglie e i suoi due giovani figli.

La notizia si è diffusa rapidamente tra amici e conoscenti. “Oggi è una triste domenica – scrive Roberto su Facebook – Ci ha lasciato un amico carissimo. Andrea continuerai la tua strada da lassù”. “Con immensa tristezza e un groppo alla gola abbiamo appreso la triste notizia – fa sapere il Motoclub San Rocco – Siamo profondamente sconvolti per la perdita di una bella persona, sempre disponibile con dedizione e passione. Lascerai un gran vuoto, buon viaggio Andrea”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in moto sulla tangenziale: "Siamo sconvolti, Andrea lascia un grande vuoto"

BresciaToday è in caricamento