Giovedì, 21 Ottobre 2021
Incidenti stradali Cividate Camuno

Morto carbonizzato in autostrada: "Quel giorno Alex non doveva lavorare"

A due giorni dalla morte del giovane Alex Vintu, l'amico Alessandro rivela: “Quel giorno non doveva andare al lavoro”. Su Facebook il commosso ricordo

Tutta la valle è ancora scossa, per la morte dei suoi ragazzi: Alex Vintu, 19 anni di Cividate Camuno, e Alessandro Bontempi, 26 anni di Berzo Inferiore. Sono loro le vittime del terribile incidente stradale di lunedì mattina all'alba, sull'autostrada A4 in territorio di Padova: a bordo di un furgone della Geocam, la ditta per cui lavoravano, si sono schiantati contro un camion autoarticolati.

Un impatto violentissimo: a seguito della botte le bombole di acetilene che stavano trasportando hanno preso fuoco, le fiamme purtroppo sono divampate rapidamente, alimentate dal carico che il camion stava trasportando, quintali di carta e di cartone. Per loro non c'è stato niente da fare: sono morti carbonizzati.

Con il passare delle ore emergono nuovi particolari a margine dell'incidente. Il giovane Alex Vintu, classe 1999 e da più di dieci anni in Italia, da pochi mesi si era trasferito a Berzo Inferiore insieme ad un amico, Alessandro Fanti, tra l'altro il gestore del bar Campo Base.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto carbonizzato in autostrada: "Quel giorno Alex non doveva lavorare"

BresciaToday è in caricamento