Incidenti stradali

Schianto in moto ritornando dal lago di Garda: morto ragazzo di 24 anni

Tragedia a Roverbella: malore improvviso in moto, il 24enne Cristopher Antonioli muore sul colpo. Lascia mamma, papà e tre fratelli. Disposta l'autopsia

È morto a soli 24 anni una domenica pomeriggio come tante. Tradito da una sbandata, dalla moto che non va come deve andare: niente curva stretta, niente velocità. Ad ucciderlo sarebbe stato un malore improvviso.

Solo l'autopsia potrà far luce sul tragico destino di Cristopher Antonioli, il ragazzo di 24 anni di Correggioli, frazione di Ostiglia che ha perso la vita domenica pomeriggio, mentre tornava a casa dopo una giornata sul lago di Garda. Con lui c'era lo zio.

Sono le 15, stanno rientrando, in territorio di Roverbella praticamente di fronte allo stabilimento della San Carlo. C'è una rotonda, tutto regolare: finché improvvisamente Cristopher si accascia, la moto va dritta e poi sbanda, il giovane centauro si ribalta più volte sull'asfalto.

Nessun segno di vita. Lo zio si ferma, con lui anche un gruppo di amici incrociati poco prima, per caso. L'ambulanza, i disperati tentativi di rianimarlo: niente da fare, Cristopher è già morto. Vittima probabilmente di un malore fatale.

Si attende ora l'esito della probabile autopsia. Il 24enne stava tornando a casa in sella alla sua fedele due ruote, una Yamaha R1. In paese la voce si è sparsa rapidamente: Cristopher lascia mamma, papà e tre fratelli, la giovane fidanzata. Faceva l'operaio, lavorava come saldatore alla Oleodinamica Panni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto in moto ritornando dal lago di Garda: morto ragazzo di 24 anni

BresciaToday è in caricamento