menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

La gru si ribalta in cantiere: capannone distrutto, operai vivi per miracolo

Terribile incidente: una gru si è ribaltata su un fianco danneggiando il capannone su cui stava lavorando

Poteva andare peggio, molto peggio: per i due operai coinvolti (e travolti) si è sfiorata la tragedia. Martedì mattina alla Ride di Via Bordogna a Calvisano: una gru al lavoro al capannone si è improvvisamente ribaltata su un fianco, fino a danneggiare pesantemente lo stesso immobile che stava “riparando”. Nel mezzo sono rimasti coinvolti due operai, di 51 e 60 anni.

Sono rimasti incastrati tra le lamiere e il braccio della gru e le macerie del capannone. Per lunghi attimi si è temuto il peggio: sono stati i colleghi di lavoro a dare l'allarme intorno alle 10. La centrale operativa del 112 ha inviato sul posto elicottero, ambulanza e automedica in codice rosso. Sul luogo dell'incidente anche carabinieri e tecnici del lavoro dell'Ats.

Toccherà a loro cercare di ricostruire nel dettaglio quanto accaduto, e soprattutto cercare di capire come e perché sia potuto accadere. I due operai stanno tutto sommato bene: il 60enne che stava manovrando la gru pare sia già stato dimesso dall'ospedale, con qualche contusione e nulla più, il collega 51enne se la caverà in una trentina di giorni, con una frattura e due costole incrinate.

Fortunatamente nessun altro è rimasto coinvolto nell'incidente. L'azienda che si stava occupando dei lavori è bergamasca, a detta dei sindacati stava lavorando in sub-appalto. E' successo tutto in pochi minuti: prima uno scricchiolio sospetto, poi la gru che cade di fianco di peso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento