Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Pontida: scontro treno-ambulanza, indagato il capostazione

Aurelio Carminati, capostazione di Ambivere, è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo plurimo e disastro ferroviario: "Sono distrutto dal dolore"

L'ambulanza dopo l'incidente

C'è un indagato per l'incidente ferroviario di giovedì scorso a Pontida in cui hanno trovato la morte Umberto e Claudio Pavesi, padre e figlio travolti da un treno su un'ambulanza in un passaggio a livello (in gravi condizioni è ancora l'autista, Rosario Drago).

Si tratta del capostazione di Ambivere, o meglio il dirigente del movimento del convoglio, iscritto nel registro degli indagati.

L'uomo, Aurelio Carminati asserisce di essere "distrutto dal dolore" e che "giorno e notte" il suo pensiero "è rivolto a chi ha perso la vita". Il reato contestato è quello di omicidio colposo plurimo e disastro ferroviario.

L'uomo conferma di essere stato lui ad alzare le sbarre di un treno alle 8.30 al passaggio di Ca de' Rizzi, ma non di averlo fatto dopo, alle 9.50 quando è passato il Bergamo-Lecco che ha travolto il mezzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontida: scontro treno-ambulanza, indagato il capostazione

BresciaToday è in caricamento