Cronaca

Scivola e precipita per 200 metri: recuperato con l’elicottero, ha fratture in tutto il corpo

L’uomo, un 46enne di casa a Gargnano, è stato ricoverato d’urgenza alla Poliambulanza.

Foto d'archivio

Una bruttissima caduta a 2.900 metri di quota, durante un’escursione sulla via Terzulli che porta al passo Adamello. Vittima un 46enne di origine moldava ma di casa a Gargano: l’uomo è precipitato per oltre 200 metri. Una tragedia per fortuna soltanto sfiorata: l’escursionista ha riportato parecchie fratture, ma non sarebbe in pericolo di vita.

L’ennesimo incidente sulle montagne del Bresciano, avvenuto a poche ore distanza da quello costato la vita al 26enne bergamasco Saverio Ghilardi.
L’allarme è scattato domenica mattina, poco dopo le 10.30, dal sentiero attrezzato che si trova in territorio di Sonico. Immediato l’intervento dei tecnici del Soccorso alpino e della Guardia di Finanza che hanno raggiunto la zona a bordo di un elicottero.

Il 46enne, per fortuna, non aveva perso conoscenza: caricato sulla barella, è poi stato trasferito in elisoccorso alla Poliambulanza di Brescia, dov’è stato ricoverato d’urgenza.

La dinamica dell’accaduto è al vaglio dei carabinieri di Breno e di tecnici del soccorso Alpino. Stando a una prima ricostruzione, il 46enne avrebbe perso l’equilibrio mentre saliva in direzione del passo dell’Adamello, per poi scivolare sulle rocce per oltre 200 metri.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scivola e precipita per 200 metri: recuperato con l’elicottero, ha fratture in tutto il corpo

BresciaToday è in caricamento