rotate-mobile
Cronaca Rodengo Saiano

Operaio morto nell’incidente ferroviario: indagato il datore di lavoro

Per l'incidente ferroviario del 22 ottobre scorso, in cui perse la vita il 34enne Nicola Franchini con due colleghi rimasti feriti, risultano indagati il datore di lavoro e il responsabile sicurezza dei tre operai

Tutto è successo lungo la Brescia-Iseo-Edolo, in territorio di Rodengo Saiano. Nel corso delle indagini era emerso di come il carrello che conteneva il materiale da manutenzione (e che poi si è schiantato con la motrice) non era stato agganciato ai binari, non era stato frenato meccanicamente. Mancava il cuneo per fermarne le ruote.

Nicola Franchini era operaio caposquadra presso Ferrovienord, aveva 34 anni. Lo piangono la moglie Gaia e due figli ancora piccoli, di quattro e sei anni. Una vita piena, spezzata troppo presto: amava il suo cane Ercole, era un ciclista amatoriale e pure rappresentante sindacale. Quella sera Nicola doveva essere a casa, era al lavoro solo per una sostituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio morto nell’incidente ferroviario: indagato il datore di lavoro

BresciaToday è in caricamento