Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Tragedia sui binari, il tempo del dolore: Nicola doveva essere a casa quella sera

Lunedì pomeriggio (ore 15) nella parrocchiale di Iseo i funerali di Nicola Franchini, l'operaio di 34 anni di Ferrovie Nord morto venerdì notte in un terribile incidente sui binari

Sono passate poco più di 48 ore dalla tragedia dei binari, ma ancora sono tante le domande rimaste senza risposta. Nicola doveva essere a casa, quella sera: stava lavorando al turno di notte solo perché in sostituzione del suo caposquadra, ammalato. Il turno di notte, per la quinta notte consecutiva.

Ore 1.20, tra venerdì e sabato: il momento dello schianto. Un carico di rotaie e traversine si è schiantato contro la motrice in cui stavano invece Nicola Franchini, il 34enne morto sul colpo, e il collega Francesco Fusari, 32enne ancora ricoverato in ospedale in gravi condizioni: non sarebbe in pericolo di vita, ma la prognosi è riservata.

Incidente terribile, sulla Brescia-Iseo-Edolo, in territorio di Rodengo Saiano. E per cui è ancora troppo presto per capire come è andata davvero. Anche la magistratura attende perizie tecniche e testimonianze prima di chiudere le indagini sulla ricostruzione della vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sui binari, il tempo del dolore: Nicola doveva essere a casa quella sera

BresciaToday è in caricamento