Centro commerciale distrutto dalle fiamme: danni per milioni di euro

Vigili del fuoco al lavoro fino a notte fonda

Le fiamme sono divampate intorno alle 16 dal cantiere sul tetto dell’ex Obi, da tempo svuotato e trasferito, dove sono in corso lavori di ristrutturazione e ampliamento: a scatenare il rogo, che presto si è tramutato in un inferno, una bombola di gas utilizzata per la posa del catrame. Il boato, il fumo e le fiamme: una serie di circostanze ha fatto sì che in pochi minuti venissero devastati migliaia di metri quadrati del centro commerciale Le Vele di Desenzano, che resterà chiuso fino a nuovo ordine. Si stimano danni per milioni di euro.

Al di là dell’area di cantiere, sono stati danneggiati anche altri negozi e uffici in realtà già “abitati”, cioè utilizzati: tra questi il primo piano dello Sport Specialist e la sede di Asst Garda. Ma in tutti i negozi interessati o sfiorati dall’incendio sono in corso accertamenti su eventuali danni o sull’agibilità.

Nessun ferito grave

La buona notizia è che non si registrano feriti gravi. Il centro commerciale è stato evacuato in tempo e anche tra gli operai al lavoro nessuno si sarebbe fatto male. Si segnala solamente un uomo di 40 anni che sarebbe stato intossicato dal fumo e per questo trasferito in ospedale. In via precauzionale sul posto sono stati inviati uomini a volontà: automedica e infermierizzata, tre ambulanze della Croce Rossa, autolettighe di Soccorso Azzurro, Cosp Bedizzole e Valtenesi Soccorso.

In campo 74 vigili del fuoco

I vigili del fuoco sono arrivati da tutta la provincia e oltre e hanno lavorato fino a notte fonda. In campo c’erano 74 pompieri da Brescia, Desenzano, Salò, Castiglione e Verona: 8 autopompe con serbatoio (Aps), 6 autobotti, 2 autoscale, un carro aria e un carro schiuma. In campo anche agenti e militari di Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale, oltre ai volontari della Protezione Civile del Basso Garda. Il sindaco ha firmato un’ordinanza in cui si riconosce l’allarme ambientale per l’accaduto, in attesa di ulteriori accertamenti.

Video popolari

BresciaToday è in caricamento