rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Rezzato

Nube tossica a Rezzato, le rassicurazioni dell’Arpa

Allarme rientrato, almeno secondo l'Arpa: ma il sindaco di Rezzato ordina di non aprire le finestre, e di non usare i condizionatori. Il giorno dopo l'incendio della Trailer: disastro sfiorato, si contano i danni

Finestre chiuse, fino a nuovo ordine; e stop anche ai condizionatori. Le prime ordinanze preventive a seguito del disastro ecologico sfiorato, alla Trailer di Rezzato: dove ancora si respira tanfo e odore, a 24 ore dalla fiammata che avrebbe bruciato circa 4000 tonnellate di rifiuti plastici.

Non sarebbero stati rilevati pericoli per la salute umana: lo confermerebbero i test dell’Arpa di Brescia, con tecnici in azione per un pomeriggio intero, e pronti a tornare sul posto anche di prima mattina. Già in azione una squadra di specialisti che andrà a rilevare il tasso di contaminazione atmosferica.

Aria comunque pesante, nella zona industriale. Quel fumo nero che ha avvolto la fabbrica difficilmente non lascerà un segno: tutta l’area è stata posta sotto sequestro, dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico. E l’ordinanza del sindaco rimane in vigore: manca solo di tapparsi il naso. Intanto si indaga sulle cause dell’incendio: non sarebbe stata un’autocombustione, non si esclude ancora l’ipotesi del dolo.Fu

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nube tossica a Rezzato, le rassicurazioni dell’Arpa

BresciaToday è in caricamento