Bruciano i canneti della Riserva naturale: migliaia di metri quadri distrutti dalle fiamme

Indagini in corso sull'incendio di martedì sera a largo di Iseo, alle Torbiere del Sebino: non si esclude l'ipotesi di un maledetto dolo

Foto da Facebook: Salvaguardia del Lago d'Iseo e del fiume Oglio

L'allarme si è diffuso rapido, prima dal luogo dell'incendio e poi anche su Facebook: proprio a causa del buio, le fiamme erano visibili a centinaia di metri di distanza, un lumino rosso che si poteva notare da varie parti del lago. Le fiamme sono state domate, ma le indagini sono in corso: il fatto inquietante è che potrebbe trattarsi di un incendio doloso.

E' successo martedì sera al confine con la Riserva naturale delle Torbiere, sul Sebino, non lontano dai campeggi di Sassabanek e da Cremignane di Iseo, in località Dosso. In queste ore è in corso la conta dei danni ambientali: da un primo accertamento pare siano stati bruciati più di 1500 metri quadrati di canneti.

Una risorsa importantissima per l'habitat naturale, uno dei simboli storici della storica Riserva: per fortuna martedì non soffiava il vento, e dunque le fiamme non si sono propagate oltre confine. Avrebbero scatenato un disastro di proporzioni inimmaginabili.

Ci sono volute più quattro ore per spegnere l'incendio. E al lavoro dei Vigili del Fuoco, intervenuti in forze, si affianca quello dei Carabinieri e dei Forestali: si cerca una traccia, un indizio, qualcosa che possa ricondurre all'origine del fuoco. Che appunto potrebbe essere doloso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'area è infatti difficilmente raggiungibile, a oltre un centinaio di metri dalla riva: quindi se qualcuno ha davvero appiccato l'incendio, l'ha fatto volontariamente e non per sbaglio. In serata circolavano voci (al momento non confermate) sull'eventualità di un rogo di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

Torna su
BresciaToday è in caricamento