Cronaca

Pisogne: sigaretta sul divano, casa divorata dalle fiamme

Un uomo di 58 anni si addormenta sul divano, con la sigaretta accesa: le fiamme divampano in pochi minuti in tutto l'appartamento. Viene salvato in extremis dai Carabinieri

Ustionato al volto e alla mani, ma ancora miracolosamente vivo. La storia di una vita salvata in extremis, dall’intervento dei Carabinieri a Pisogne, in un appartamento di proprietà comunale, divorato dalle fiamme per una sigaretta lasciata accesa.

Lo sfortunato protagonista un uomo di 58 anni, che abita da solo: si è addormentato sul divano, mentre stava appunto fumando una sigaretta, il mozzicone acceso gli è caduto dalle mani, in pochi minuti ha attizzato un vero incendio, le tende, il divano, i mobili.

Un fumo nero che ha insospettito i vicini, che hanno avvisato i soccorsi. Giunti per primi sul posto, è toccato ai Carabinieri salvare la vita all’uomo, trovato in casa svenuto, e che respirava con affanno. All’arrivo dei Vigili del Fuoco anche le fiamme sono state domate.

La casa è quasi completamente distrutta; l’uomo, a parte un grave spavento, se l’è cavata con qualche brutta ustione, e una prognosi di una settimana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisogne: sigaretta sul divano, casa divorata dalle fiamme

BresciaToday è in caricamento