Cronaca Via Sacadur

Incendio a Ono San Pietro, parroco: "Scoppio prima dell'incendio"

Il racconto di don Pierangelo, tra i primi a giungere sul luogo della tragedia. l momento nessuna ipotesi è esclusa, dall'incidente domestico al gesto estremo

La palazzina dov'è avvenuta la tragedia

"Qualcuno mi ha detto che ha sentito uno scoppio prima che scoppiasse l'incendio": don Pierangelo, parroco di Ono San Pietro, è stato uno dei primi ad accorre sul luogo della tragedia, nella palazzina di due piani del piccolo comune montano del Bresciano, dove i vigili del fuoco hanno rinvenuto una tanica di benzina.

"Mi hanno telefonato per avvisarmi - spiega - e mi hanno detto che si era sentito uno scoppio. Io non saprei dire, la casa vista dall'esterno mostra solo qualche segno di fumo. Il fuoco ha fatto danni solo all'interno". Il sacerdote che ha preso possesso della parrocchia solo il 25 maggio scorso non conosceva a fondo la famiglia.

"Ho incontrato i nonni dei bimbi, Davide e Andrea Iacovone - spiega - e loro due li ho visti domenica scorsa. So che i genitori erano separati e i bambini stamani erano in casa con il babbo nell'appartamento in affitto. Questa è una tragedia che ha colpito profondamente tutta la piccola comunità".

SULLO STESSO ARGOMENTO:
- Ono San Pietro: morti due fratellini, grave il padre
- Don Pierangelo: "Uno scoppio prima dell'incendio"
- Le vittime: Davide e Andrea Iacovone
- Il sindaco del paese: "Rapporti tesi tra i genitori"
- Vigili del Fuoco: trovata una tanica di benzina
- L'avvocato della madre: "Non è una tragedia"


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio a Ono San Pietro, parroco: "Scoppio prima dell'incendio"

BresciaToday è in caricamento