Troppo caldo: rogo in azienda alla Fiori Inox

A scorgere le fiamme all’interno dell’azienda di Mura è stata una pattuglia di carabinieri. Allertati immediatamente i vigili del fuoco, i danni sono stati limitati.

Immegine di repertorio

Surriscaldamento. È questa l’ipotesi più probabile per il rogo scatenatosi nella notte tra venerdì e sabato all’interno della Fiori Inox di Mura, un’azienda che si occupa di pulizia dei metalli, situata al numero civico 5 di via Cearina, lungo la strada che porta al lago di Bongi. 

A scoprire l’incendio sono stati, intorno alla mezzanotte, due carabinieri impegnati in una perlustrazione notturna del territorio. La tempestività dell’allarme lanciato alla centrale dei Vigili del fuoco ha probabilmente impedito il propagarsi delle fiamme in tutta l’azienda. Le squadre intervenute sul posto, partite da Vestone e da Salò, hanno rapidamente avuto la meglio sulle fiamme. 

A complicare le operazioni semmai è stato il guasto elettrico che impediva al cancello di aprirsi: i Vigili del fuoco per entrare nel piazzale sono stati costretti a forzare l’ingresso. Nel giro di un’ora i Vigili del fuoco hanno spento le fiamme nelle zone dove è scoppiato l’incendio e messo in sicurezza il resto dei locali. Stando a una prima ricostruzione, riportata da Vallesabbianews, le fiamme sarebbero scoppiate, a causa delle alte temperature, dall’apparecchiatura che serve per stabilizzare e rifasare la corrente elettrica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Il governo approva il decreto per il Natale: i divieti e le regole sugli spostamenti

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento