Sette ettari di bosco in fiamme: origine dolosa

L’incendio che ha impegnato per ore i Vigili del fuoco a Caresigno di Degagna, sopra Vobarno, sarebbe di origine dolosa.

Vigili del fuoco di Salò, squadre di antincendio boschivo da Vobarno e da Roè Volciano, un elicottero dell’antincendio regionale partito dalla provincia di Bergamo, da Vilminore di Scalve, e un velivolo Erickson S64 dello Stato decollato dall’aeroporto di Montichiari: tantissime le squadre impegnate nel pomeriggio di ieri per spegnere l’incendio scoppiato a Caresigno di Degagna, sopra Vobarno, in una zona particolarmente impervia. 

A fuochi spenti, il conto dei danni: sarebbero complessivamente circa sette gli ettari di bosco andati in fumo. La cosa che fa più male è l’aver appreso che la più plausibile delle ipotesi circa l’origine dell’incendio è dolosa: il rogo sarebbe infatti partito da un fuoco “di ripulitura” acceso a bordo del bosco. 

Durante le sei ore di intervento congiunto, continuato anche col buio, gli uomini dei soccorsi hanno prelevato l’acqua anche dal Lago di Garda, dove l’Erickson S64 si recava ogni volta per riempirsi. La Guardia Forestale potrebbe presto individuare il responsabile del grave gesto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento