Le fiamme devastano lo spaccio di carne: danni molto ingenti

Una prima stima dei danni parla addirittura di 100mila euro tra locale, attrezzature e alimenti in vendita. La carne, fortunatamente, è salva.

Fonte: Facebook

Il cattivo funzionamento di un termostato: con ogni probabilità è questo ciò che ha scatenato le fiamme all'interno del "Beef house", la grande "casa della carne" di via Dossi a Pian Camuno.

L'incendio è scoppiato nella serata di venerdì 11 maggio, attorno alle 23. Ad accorgersi del fumo che usciva dallo spaccio è stata Marzia Pè, sorella del titolare che abita nei pressi del negozio (l'accaduto è raccontato dal Giornale di Brescia). Quando le due squadre di Vigili del fuoco sono giunte sul posto, partite da Darfo Boario Terme, purtroppo i locali erano già totalmente compromessi.

I danni sono molto ingenti: distrutto il bancone frigorifero, tutti gli arredi, bruciati gli insaccati, i formaggi e i vini in esposizione. A salvarsi è stata solamente la carne conservata nell'apposita cella frigorifera, risparmiata dalle fiamme. I vigili del fuoco hanno terminato il loro lavoro solo alle 2 di notte. La prima stima dei danni parla di 100mila euro di perdita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento