rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Bassano Bresciano

Incendio in azienda, nube tossica e danni: per ripartire servono 3 milioni di euro

Azienda in ginocchio dopo l'incendio di domenica: scongiurato il disastro ambientale, per ripartire serviranno almeno 3 milioni di euro

Dal punto di vista economico, una vera ecatombe: l'incendio di domenica pomeriggio alla 4B Treatment di Bassano Bresciano potrebbe costare più di 3 milioni di euro. E questa è solo la conta parziale dei danni, come riferito dal Giornale di Brescia: le fiamme sono divampate all'interno di un capannone, coinvolgendo alcune vasche che contenevano zinco, nichel, acido cloridrico e soda caustica.

La nube tossica

Tanta paura anche tra i residenti, costretti a chiudersi in casa a seguito dell'ordinanza urgente emessa dal sindaco. Nelle ore successive è stato vietato anche il consumo dell'acqua dei pozzi, per il rischio di una nube tossica che potrebbe aver contaminato l'ambiente. Ipotesi per fortuna scongiurata dalle prime analisi, ma non è finita.

Sono attese infatti in queste ore ulteriori accertamenti sulla vicina roggia, che scorre a poca distanza dalla fabbrica. Qui sarebbe stata rilevata una moria anomala di pesci, forse causata (ma è soltanto un'ipotesi) dalle esalazioni conseguenti all'incendio.

La conta dei danni

L'azienda intanto rimane chiusa, come da richiesta dei Vigili del Fuoco. Danni ingenti, appunto: l'impianto produttivo era appena stato sostituito, e sostituirlo di nuovo potrebbe costare fino a 3 milioni di euro. Ci sono poi le operazioni di bonifica, già in corso, e le varie ed eventuali come lavori edili e altri interventi. Nonostante la “botta”, l'azienda ha già comunicato di voler riprendere la produzione non appena sarà possibile.

Bassano Bresciano: incendio alla 4B Treatment

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in azienda, nube tossica e danni: per ripartire servono 3 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento