rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

Il Bresciano continua a bruciare, è emergenza: 4 incendi in poche ore

Una notte di intenso lavoro per i nostri vigili del fuoco

Dopo Maddalena, Corna Blacca e Maniva, continua l'emergenza incendi nella nostra provincia. Ieri la regione aveva diramato un'allerta rossa per rischio di roghi boschivi in Lombardia, a causa di un rinforzo della ventilazione da Nord su Alpi e Prealpi, con un aumento delle condizioni favorevoli allo sviluppo di criticità su gran parte del territorio. Purtroppo è stato qualcosa di più di un semplice "rinforzo": il vento in Valcamonica ha raggiunto anche i 120 km orari, scoperchiando edifici e abbattendo alberi. 

Confermata la previsione sugli incendi, invece: quattro nell'arco di poche ore, che hanno richiesto l'intervento di diverse squadre dei vigili del fuoco. Il primo in tarda serata nell'area delle Torbiere del Sebino: 150 i metri quadrati andati in fiamme. Verso l'una di notte, un rogo è poi divampato a Darfo, nei boschi sopra la frazione di Montecchio. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare per 2 ore e mezza: 300 metri quadrati di vegetazione bruciati. Verso le due è stata la volta della Valgobbia, in territorio di Lumezzane nei pressi di via Valsabbia: qui i pompieri hanno prontamente domato il fuoco, limitando i danni.

Appena finita la lunghe notte i lavoro, stamattina alle 6 ecco un nuovo allarme: le fiamme hanno ripreso a bruciare in zona San Vito a Botticino, dove già erano intervenuti i pompieri – aiutati dalla Protezione civile locale – nella giornata di martedì. Si è trattato probabilmente di un focolaio non del tutto spento; ora la situazione sembra essere tornata sotto controllo, fortunatamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Bresciano continua a bruciare, è emergenza: 4 incendi in poche ore

BresciaToday è in caricamento