rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca Cologne

Abbandono di rifiuti, nei guai imprenditore bresciano: è la terza volta nel 2022

Rischia una maxi sanzione da 13mila euro

Sotto la direzione del Comandante Luca Leone, la Polizia Locale del Monte Orfano – che si occupa dei territori di Cologne e di Coccaglio – ha portato a termine una lunga indagine ambientale, che ha accertato la responsabilità di un imprenditore bresciano specializzato nelle costruzioni edili, per trasporto e abbandono incontrollato di rifiuti (materiali di scarto da cantiere, quali polistirolo, secchi, ferro e macerie). 

Attraverso un'accurata ricostruzione dei fatti (e grazie anche ad alcuni testimoni chiave), è emersa la responsabilità dell'uomo, il quale, come si evince dagli atti d'ufficio, è ormai la terza volta che viene deferito all'autorità giudiziaria nel corso del 2022, anche per aver abbandonato pericolosi scarti in Eternit contenenti amianto, le cui polveri – se inalate – sono cancerogene per l'uomo.

Oltre al processo penale, l'imprenditore rischia una maxi sanzione da 13mila euro, se verrà confermata la sua responsabilità dalla Procura della Repubblica di Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono di rifiuti, nei guai imprenditore bresciano: è la terza volta nel 2022

BresciaToday è in caricamento