menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arma di Taggia (foto d'archivio)

Arma di Taggia (foto d'archivio)

In vacanza con gli amici, giovane operaio trovato senza vita in acqua

Forse una congestione per la morte del giovane operaio 34enne che ha perso la vita domenica pomeriggio ad Arma di Taggia: abitava nel Bresciano

Una giornata al mare che finisce in tragedia: a perdere la vita, annegato probabilmente a causa di una congestione, un operaio indiano di 34 anni che abitava in provincia di Brescia. Era in spiaggia in compagnia di alcuni amici, domenica pomeriggio all'altezza dei Bagni la Fortezza sul lido di Arma di Taggia, in provincia di Imperia.

In queste ore la salma, che riposa all'ospedale di Sanremo, sarà probabilmente sottoposta ad autopsia, per chiarire con certezza le cause del decesso. Domenica il mare era calmo, e il sole era alto nel cielo: B.S., queste le sue iniziali, si è sentito male mentre era da solo a largo, e nessuno si sarebbe accorto di nulla prima che fosse troppo tardi.

Sono stati alcuni bagnanti ad accorgersi del corpo che galleggiava ormai senza vita. Inutile il rapido intervento dei soccorsi, che hanno fatto di tutto per rianimarlo: quando l'hanno riportato a riva ormai era già morto.

L'ipotesi più accreditata è quella della congestione, magari conseguenza di un malore dovuto alla calura estiva (domenica è stata forse la giornata più calda dell'anno, almeno fino ad oggi). Solo in serata sono stati avvisati i familiari. Residente in provincia di Brescia, da qualche mese era domiciliato a Ospedaletti, dove faceva l'operaio edile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento