Tratta illegale di clandestini in autostrada, condannato a 4 anni

In manette un egiziano 'beccato' mentre trasportava illegalmente otto clandestini di origine siriana. Lo 'scafista' della A4 è stato condannato a quattro anni di carcere

In gergo, lo chiamavano “lo scafista della A4”. Si occupava del trasporto metodico di clandestini, ovviamente dietro lauto compenso. E’ stato fermato ai primi di giugno, accusato di aver trasportato illegalmente almeno otto immigrati di origine siriana.

A bordo di un Mercedes Vito, da otto posti appunto. Fermato in autostrada dalla Polizia Stradale di Seriate, in una stazione di servizio: lui, un egiziano con un passato non proprio limpido. Loro, otto cittadini siriani (tra cui un minorenne), tutti clandestini e senza documenti.

In ‘sella’ ad una vettura che, a seguito di un controllo, è risultata pure rubata. Non si conosce il destino degli otto clandestini. Certa invece la condanna per lo ‘scafista’ egiziano, che dovrà scontare almeno quattro anni di reclusione.

E le indagini proseguono: nelle ultime settimane altri due arresti, per la stessa tipologia di reato. La tratta illegale dei clandestini, anche sul caldo asfalto autostradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento