Cronaca

Il contagio per fasce d'età: la vittima più giovane aveva 55 anni

Regione Lombardia, per voce dell'assessore al Welfare Giulio Gallera, ha diffuso i dati su contagiati e deceduti dall'inizio dell'emergenza.

Colpisce molto di più gli anziani, e molto di più gli uomini. Sono queste, in sostanza, le statistiche in merito all'incidenza di malati e deceduti in Lombardia a causa del coronavirus. I dati sono stati diffusi nella serata di ieri da Regione Lombardia, per bocca dell'assessore al Welfare Giulio Gallera. 

I dati. Il 36% dei casi riguarda gli over 75; il 20% persone di età compresa tra i 65 e 74 anni; il 25% dei malati ha invece tra i 50 e i 64 anni anni, e il 17% tra i 25 e 49 anni. Percentuali quasi nulle sotto i 25 anni: l'1% degli colpiti ha tra i 18 e i 24 anni, e l'1% meno di 18 anni.

Per quanto riguarda le vittime, il più giovane delle 98 vittime, un cittadino di Castiglione d'Adda, aveva solo 55 anni e non presentava particolari patologie pregresse. In totale il 72,5% (71 persone) delle persone decedute sono maschi, il rimanente femmine (27 persone). Delle vittime, 15 erano ultranovantenni, 51 di età compresa tra gli 80 e gli 89 anni, 24 tra i 70 e i 79, 6 tra i 60 e i 69, un 55enne e una donna ultracentenaria.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il contagio per fasce d'età: la vittima più giovane aveva 55 anni

BresciaToday è in caricamento