Cronaca

Giovane padre stroncato dalla malattia: "Tuo figlio sarà fiero di te"

Igor Prederi si è spento lunedì: ucciso, a soli 47 anni, da una terribile malattia. Lascia la moglie Federica e il figlio Pietro, oltre ai colleghi della azienda Givi, che per lui era una seconda famiglia

Brescia e Concesio unite nel lutto per la prematura scomparsa di Igor Prederi, stroncato a soli 47 anni da una terribile malattia. Si è spento lunedì, circondato dall'affetto della sua famiglia.

La tragica notizia della sua morte si è diffusa rapidamente in città e a Concesio, comune dove l'uomo abitava con la moglie Federica e il giovane figlio Pietro. Appassionato di moto, lavorava da sempre alla Givi, diventando uno dei pilastri portanti dell'azienda bresciana che produce accessori per le due ruote: per lui era diventata una seconda famiglia.

Marito premuroso e padre affettuoso, oltre che professionista stimato dai tutti i colleghi e dei vertici dell'azienda, come testimoniano i tantissimi messaggi lasciati in queste ore su Facebook.

"Gli saremo sempre grati per l’impegno, la dedizione e la grande professionalità dimostrati in ogni occasione - si legge sulla pagina ufficiale del gruppo Givi -. Appassionato motociclista e competente tecnico dal forte spirito innovativo, ha dato un decisivo impulso allo sviluppo della nostra azienda e dei nostri prodotti. Il suo carattere riservato e tranquillo non gli ha mai impedito di affrontare ogni nuovo progetto con curiosità ed entusiasmo. Igor era sempre pronto a supportare i colleghi e il loro lavoro, senza lasciarsi condizionare dalle circostanze o dalla pressione tipica del suo importante ruolo nell’Ufficio Ricerca e Sviluppo. Il suo sorriso gentile, la sua pacatezza e disponibilità, il coraggio e l’esemplare dignità resteranno per sempre nei nostri cuori. Sarà sempre un esempio per tutti noi."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane padre stroncato dalla malattia: "Tuo figlio sarà fiero di te"

BresciaToday è in caricamento