menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

"Paga gli stipendi a mia moglie o ti ritiro la patente": carabiniere condannato a 2 anni

Il tribunale di Brescia ha condannato un militare in servizio a Idro, ora sospeso, a due anni di reclusione

La pena è stata nettamente ridotta rispetto alle richieste dell'accusa (6 anni e 4 mesi), i capi d'accusa vistosamente ridimensionati, ma la condanna è arrivata, almeno in primo grado.

Si è chiuso con una condanna a due anni di carcere - per tentata concussione -  il processo di primo grado a Oronzo Schirinzi, appuntato scelto dei Carabinieri di Idro, attualmente sospeso dal servizio. L'uomo è finito nei guai perché, secondo l'accusa, avrebbe intimato il datore di lavoro della moglie a pagare alla donna gli stipendi arretrati, minacciandolo di ritiragli la patente alla prima occasione utile.

Il militare, dopo la denuncia del datore di lavoro della moglie, era finito alla sbarra con le accuse di concussione, peculato, falsità e minaccia aggravata. Il primo capo d'imputazione è stata derubricato in tentata concussione, decadute - perché il fatto non sussiste - le accuse di peculato e falsità. Non procedibile, per difetto di querela, la minaccia aggravata.  La vicenda non è affatto conclusa: l'avvocato del militare ha infatti dichiarato di voler ricorre in appello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento