Il circo del dentista bresciano in Uganda per “regalare sorrisi”

Hiccup Circus: un progetto educativo e di solidarietà ideato dal bresciano (di Iseo) Giacomo Babaglioni, dentista di professione. Dal 2010 in Africa, dal 2012 in Uganda: "Regaliamo felicità a chi soffre"

Gli agrobati dell'Hiccup Circus: in mezzo anche Giacomo Babaglioni

Si chiama Giacomo Babaglioni, e di professione fa il dentista. Ha 48 anni, originario di Iseo: ha deciso di dare uno ‘strappo’ alla sua vita, e di dedicarsi alla solidarietà. Tutto comincia nel 2010, quando con l’associazione per la solidarietà odontoiatrica nel mondo si specializza in ‘sorrisi’, in Etiopia e in Ghana, in Malawi e Mozambico.

Due anni più tardi una nuova avventura benefica. Sempre di far sorridere si tratta, ma con un circo itinerante, inaugurato nel 2012 in Uganda. Il progetto Hiccup (‘singhiozzo’ in ugandese) Circus può già vantare 15 professionisti, tra clown e mangiafuoco, acrobati e giocolieri.

Gira il paese con intenti educativi e solidali, e pure per raccogliere qualche fondo da destinare a progetti di solidarietà. Oltre a questo una vera e propria scuola d’arte circense, che oggi coinvolge una trentina di ragazzi disagiati, arrivati direttamente dagli ‘slum’ delle grandi città emergenti del Paese.

Altro passo, un progetto di clownterapia, per i giovani pazienti del reparto di pediatria dell’ospedale universitario di Kampala. Un po’ alla volta, inseguendo un grande sogno: “Regalare felicità a chi soffre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento