Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Un cadavere nell'Adriatico, si teme per le sorti della ragazzina scomparsa

La giovane 17enne di Bozzolo è scomparsa da martedì 16 aprile

E' di una donna il cadavere recuperato mercoledì pomeriggio dal personale della Capitaneria di Porto di Ravenna nelle acque dell'Adriatico. La segnalazione è stata effettuata intorno alle 15.30 da un diportista, che aveva notato un corpo umano galleggiante in mare a quattro miglia della zona di Casal Borsetti. I militari si sono subito attivati e dalla sala operativa è stato disposto il tempestivo intervento della motovedetta cp 847, che giunta in zona ha provveduto al recupero della salma. Si teme che la vittima sia Hanaa Bouchouata, la ragazza 17enne di Bozzolo scomparsa martedì 16 aprile, ricercata a lungo anche in provincia di Brescia.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria, la salma è stata trasportata al porto di Ravenna per essere sbarcata. Qui è stata eseguita una prima ispezione cadaverica: si tratta del corpo di una donna, vestita e senza documenti con sé. L'avanzato stato di decomposizione del cadavere - si suppone che si trovasse in acqua da almeno 5-10 giorni - non ha permesso di capire immediatamente le cause del decesso, ma non sembrano esserci segni riconducibili in maniera evidente a un omicidio. In attesa di esami autoptici più approfonditi, gli inquirenti si concentrano dunque su altre cause di morte (suicidio o evento accidentale). 

La salma è stata trasportata alla camera mortuaria dell'ospedale Santa Maria delle Croci per gli accertamenti e le indagini di rito: qualche indizio, come la coincidenza dell’arcata dentale, fa temere per il peggio sulle sorti della giovane Hanaa. Una parola definitiva si avrà solo con la prova del Dna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un cadavere nell'Adriatico, si teme per le sorti della ragazzina scomparsa

BresciaToday è in caricamento