rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca San Polo / Via della Maggia

Il cognato lo accoltella, lui lo investe e lo uccide con l'auto: 15 anni di carcere

E' definitiva la sentenza per omicidio volontario

La sentenza è definitiva, confermata anche dalla Cassazione: 15 anni di carcere per Renat Hadzovic, accusato di omicidio volontario per aver investito e ucciso il cognato Omar Ghirardini. Tutto successe la sera del 3 gennaio di tre anni fa nella zona di Via della Maggia a Brescia, vicino San Polo, non lontano dal campo da rugby. La Corte di Cassazione - ultimo grado di giudizio dopo il primo grado e l'appello - ha confermato la pena già prevista nelle sentenze precedenti. Per Hadzovic, oggi poco più che trentenne, processo con rito abbreviato.

La Cassazione avrebbe così confermato la ricostruzione dell'accusa. Omar Ghirardini, 35 anni e padre di cinque figli, sarebbe stato travolto a più di 70 chilometri orari: Hadzovic l'avrebbe volontariamente investito a seguito di una violenta lite in cui sarebbero volati anche coltelli. Dopo le minacce e il litigio, Ghirardini si sarebbe allontanato a piedi ma poi raggiunto e investito da Hadzovic.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cognato lo accoltella, lui lo investe e lo uccide con l'auto: 15 anni di carcere

BresciaToday è in caricamento