Cronaca

Rifiuti altamente inquinanti, persino plastiche bruciate: sequestrato terreno agricolo

I carabinieri hanno trovato delle materie plastiche bruciate e altri materiali: il terreno è ora sequestrato per capire il possibile rischio ambientale

Foto d'archivio

Era stato segnalato più volte dai residenti della zona: un terreno agricolo di Gussago è stato sequestrato dai carabinieri per indagini su un possibile stoccaggio di materiali altamente inquinanti per l’ambiente. A darne notizia è il Giornale di Brescia.

Il terreno si trova in via Forcella, sotto monte Selvio, nei pressi del Santuario di Madonna della Stella. I primi sospetti sono sorti ai Vigili del Fuoco lo scorso aprile nello spegnere un rogo: i pompieri hanno dovuto fare i conti con materiali altamente pericolosi per l’ambiente. Le indagini sono state avviate dai carabinieri di Gussago, insieme al Corpo Forestale il quale era stato già allertato da numerose segnalazioni.

Una volta sul posto, i militari hanno scoperto alcune materie plastiche bruciate pericolose per l’ambiente e alcuni resti di materiale utilizzato per lavori edili. Oltre al materiale, sul terreno c'erano anche alcune baracche utilizzate come pollaio e un capanne  per gli attrezzi. Il terreno rimarrà sequestrato dalle autorità per i dovuti accertamenti del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti altamente inquinanti, persino plastiche bruciate: sequestrato terreno agricolo

BresciaToday è in caricamento