Cronaca Gussago

Scuola materna lascia a casa una bimba non vaccinata. I genitori: "Meglio così"

Primo caso nel Bresciano di una bambina costretta a stare a casa da scuola per la scelta dei genitori: si tratta di una bimba di 4 anni che frequentava la scuola materna di Gussago

Al momento sembra il primo caso nella nostra provincia: anche nel Bresciano c'è una bimba che non può andare a scuola per le scelte (discutibili) dei genitori. La piccola ha solo 4 anni e da qualche giorno è costretta a stare a casa: non può frequentare la scuola materna che frequentano tutti i suoi amici e coetanei perché non è stata vaccinata.

Lo scrive il Giornale di Brescia: la scuola in questione è la materna Piovanelli di Gussago. Come legge prevede, i genitori possono intanto presentare un'autocertificazione sulle vaccinazioni dei figli, con la proroga dunque al 10 marzo per presentare la documentazione che comprovi di aver effettuato tutte le vaccinazioni obbligatorie.

Si tratta di un pre-requisito obbligatorio per l'accesso alla scuola dell'infanzia, e dunque la materna. Una storia strana: pare che la madre della bambina abbia comunque chiesto alla scuola quali sarebbero stati i documenti da presentare.

Ma una volta arrivato il momento ha risposto dicendo che non ha intenzione di vaccinare la figlia, e che “piuttosto che vaccinarla, la tengo a casa da scuola”. La piccola ha potuto frequentare per qualche giorno. Dal 12 settembre però, come appunto legge prevede, è dovuta rimanere a casa. Perché così hanno deciso i genitori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola materna lascia a casa una bimba non vaccinata. I genitori: "Meglio così"

BresciaToday è in caricamento