menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

È morto Don Giovanni Marchina: "E' sempre stato dalla parte di poveri e bisognosi"

Il sacerdote si è spento a 85 anni: è stato cappellano a Verziano e ha speso tantissime energie per aiutare i senzatetto e le persone più bisognose

È stato tra i primi a girare nei parchi di Brescia e nella zona della stazione ferroviaria per distribuire coperte e panini a chi aveva freddo e fame: "un sacerdote dal cuore grande che si è dedicato agli ultimi". Così viene ricordato don Giovanni Marchina: si è spento nei giorni scorsi, all'età di 85 anni.

Era nato il primo agosto del 1934 a Gussago e venne ordinato sacerdote nel 1959: fin da subito operò nelle zone periferiche e nei quartieri popolari delle città. Diventò parroco nel 1968 e fino al 1984 guidò la parrocchia del Villaggio Sereno, poi il trasferimento a Verziano dove fu prima parroco e poi cappellano del carcere. Dal 1988 al 2001 assunse la responsabilità di Santo Spirito, dal 20011 al 2006 guidò i fedeli del quartiere Noce.

La camera ardente è stata allestita presso la chiesa parrocchiale di Gussago, comune d’origine del sacerdote. I funerali, presieduti dal vescovo Monsignor Pierantonio Tremolada, si svolgeranno venerdì pomeriggio (alle ore 15) sempre nella chiesa del comune franciacortino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento