Cronaca Gussago

Cane avvelenato in giardino, la padrona: "Lacrime e rabbia, fate attenzione"

Il piccolo Gastone non ce l'ha fatta: il cagnolino è stato avvelenato con del lumachicida nel giardino di casa. Su Facebook l'appello della padrona: "Fate attenzione"

Una bruttissima notizia, e tutto il quartiere in allerta perché la stessa cosa potrebbe capitare ad altri animali: pubblicata su Facebook – sul gruppo “Quelli di Gussago” – dalla sua padrona Alessandra. “Purtroppo il nostro Gastone non ce l'ha fatta, ha messo le ali stamattina – scrive – Molto probabilmente è stato avvelenato con un repellente per lumache all'interno del nostro giardino”.

Gastone è un cagnolino nero, ucciso dal veleno: la sua fotografia, sul letto di morte, ha scatenato non poco il popolo della rete. “Voglio solo avvertire tutti i miei amici di Gussago, e non solo – scrive ancora Alessandra – Fate attenzione, non sottovalutate i sintomi. E se vedete chi è stato spezzategli le gambe”.

Il piccolo Gastone avrebbe dunque mangiato delle polpette “rinforzate” con del lumachicida, e in dosi letali. Resta da capire il perché di un così malvagio gesto: ancora più preoccupante il fatto che queste polpette avvelenate siano state appositamente lanciate in un giardino privato.

I padroni hanno fatto di tutto per salvarlo, dopo che ha ingerito il veleno: la corsa dal veterinario, i tentativi disperati di liberarlo dalla dose mortale. Niente da fare, purtroppo: “Lacrime e rabbia”, si legge ancora su Facebook.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane avvelenato in giardino, la padrona: "Lacrime e rabbia, fate attenzione"

BresciaToday è in caricamento