Borgo San Giacomo: giallo sulla scomparsa di Guido Ferrari

Ritrovata la sua macchina all'altezza del ponte di Acqualunga: decine e decine di volontari in azione, ricerche continue lungo tutta l'area del Parco dell'Oglio. La famiglia non perde la speranza

Proseguono senza sosta le ricerche di Guido Ferrari, il 37enne residente a Borgo San Giacomo scomparso lo scorso venerdì nei pressi del fiume Oglio: in questi giorni è stato pure allestito un ‘campo base’ tra Acqualunga e Azzanello, che permette così il ‘turn over’ tra i volontari.

Oltre alle forze dell’ordine e ai Vigili del Fuoco sono infatti impegnati i volontari della Protezione Civile, praticamente 24 ore su 24: ancora nessuna buona notizia però, le ricerche proseguono senza novità rilevanti.

L’area d’interesse delle ricerche abbraccia praticamente tutto il Parco dell’Oglio: la sua automobile è stata ritrovata proprio ad Acqualunga, a due passi dal ponte; Guido Ferrari indossava una felpa scura, e dei pantaloni grigi.

Si cerca di ragionare anche sulle ipotesi, sul perché di lui si sono perse le tracce, forse una caduta, forse una passeggiata finita male. La famiglia si stringe in attesa di buone nuove, ma con la speranza che giorno dopo giorno si fa sempre più sottile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento