Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Maxi frode al fisco nell'edilizia: sequestrati beni per 17,5 milioni

Nell'ambito della stessa operazione, in dicembre erano finite in manette sei persone. Sequestrati in tutto 191 immobili e 140 terreni

Dopo i sei arresti nel mese di dicembre, oggi l'operazione "Shiva" della Guardia di Finanza di Sondrio ha portato al sequestro di 191 immobili e 140 terreni per un valore complessivo di 17,5 milioni di euro. Interessate al sequestro le proprietà intestate a 19 persone fisiche e a 18 società operanti nell'edilizia e nel commercio di materiale ferroso, aventi sede nelle province di Brescia, Pavia, Sondrio e in territorio francese.

L'indagine per riciclaggio, frode fiscale e usura - come spiega all'Ansa il Colonello della GdF, Salvatore Paladini - consente allo Stato di recuperare beni "di cui i soggetti indagati sono risultati avere la disponibilità fino a concorrenza del profitto delle attività illecite: oltre 100 milioni il valore dell'imponibile sottratto a tassazione ai fini delle imposte sui redditi" e oltre 75 milioni il valore del denaro portato all'estero e poi riciclato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi frode al fisco nell'edilizia: sequestrati beni per 17,5 milioni

BresciaToday è in caricamento