Il comandante della Finanza è un corrotto: danno d'immagine da 100.000 euro

Prima la condanna penale, adesso il risarcimento economico: ex comandante della Guardia di Finanza dovrà versare ben 100mila euro

Foto d'archivio

Dovrà risarcire con 100mila euro sonanti, per danno d'immagine, il corpo dello Stato che ha servito per anni: nell'esercizio della sua funzione, infatti, come confermato da una condanna definitiva in Cassazione, era rimasto implicato in una vicenda di corruzione. Secondo quanto riportano le sentenze – con condanna a 2 anni e 8 mesi in terzo grado – tra il 1999 e il 2001 avrebbe incassato delle tangenti da alcuni imprenditori di Lumezzane, evitando così dei controlli fiscali in azienda.

Lo ha deciso la Corte dei Conti, l'ultimo atto di una vicenda giudiziaria che si è trascinata per una dozzina d'anni, dal 2006: nel mirino dei giudici un ex militare della Guardia di Finanza, comandante a Gardone Valtrompia e a Desenzano del Garda.

Prima le tangenti, poi l'arresto

I fatti che gli vengono contestati risalirebbero al suo periodo in Valtrompia, quando era comandante di brigata. E' in quegli anni che avrebbe ricevuto le tangenti dagli imprenditori locali, risparmiandoli dai dovuti controlli fiscali. Una circostanza che qualche anno dopo, appunto nel 2006, lo porterà addirittura agli arresti.

Dopo la condanna penale, il risarcimento economico: come detto ben 100mila euro, come richiesto dalla Procura, che serviranno a riparare il danno d'immagine provocato al buon nome della Guardia di Finanza. Capitolo chiuso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • Per la figlia avuta da Renga, Ambra sogna un futuro da Aurora Ramazzotti

Torna su
BresciaToday è in caricamento