Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Tuffo di testa in una piscina per bambini: padre di famiglia in condizioni critiche

Sono ancora gravi le condizioni del 41enne di Castelli Calepio che martedì pomeriggio si è tuffato di testa in una piscina per bambini, dove l'acqua è alta solo 1 metro

Sono ancora molto gravi le condizioni del 41enne di nazionalità marocchina, residente a Castelli Calepio – piccolo Comune bergamasco al confine con Palazzolo e Capriolo – che lunedì pomeriggio si è ferito dopo un tuffo in piscina, al centro sportivo Acquaclub di Via Don Pietro Belotti a Grumello del Monte. Tutto è successo intorno alle 17.30.

Un tuffo in una piscina alta un solo metro

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti per i rilievi, l'uomo si sarebbe tuffato di testa da un trampolino in una piscina per bambini, dove l'acqua è alta circa un metro. Per questo avrebbe battuto violentemente il capo sul pavimento della piscina, perdendo immediatamente conoscenza. Il tutto sotto gli occhi attoniti dei suoi familiari, che hanno subito chiesto aiuto: con lui c'erano anche la moglie e due figli piccoli, di 8 e 10 anni.

L'uomo è stato soccorso dal personale dell'Acquaclub, in attesa dell'arrivo dei soccorsi: la centrale operativa del 112 ha inviato sul posto un'ambulanza della Croce Rossa di Palazzolo oltre all'automedica, mentre da Brescia è stato fatto decollare l'elicottero. Il ferito è stato rianimato a lungo, poi intubato e infine trasferito d'urgenza in ospedale, a bordo dell'elisoccorso, dove è stato ricoverato in codice rosso.

Ricoverato in ospedale in condizioni critiche

Attualmente si trova in condizioni critiche al Giovanni XXIII di Bergamo. Nonostante il suo cuore non si sarebbe mai fermato, avrebbe comunque riportato traumi importanti alla testa: non è ancora stato dichiarato fuori pericolo, e al momento non si possono escludere danni e lesioni permanenti. Un episodio simile si era verificato solo pochi giorni fa al parco acquatico Le Vele di San Gervasio Bresciano.

E' qui che un ragazzo di 26 anni, poco prima delle 21, si è tuffato di testa in una piscina dove l'acqua era profonda solo mezzo metro. Ha battuto inevitabilmente il capo sul fondo, procurandosi gravi lesioni. E' stato ricoverato al Civile di Brescia in codice rosso, trasferito in ospedale in elicottero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuffo di testa in una piscina per bambini: padre di famiglia in condizioni critiche

BresciaToday è in caricamento