Cronaca Via San Zeno

Green Hill, Riesame: "Giusto il sequestro preventivo dei cani"

La decisione del Tribunale, secondo l'ENPA, è "una nuova positiva tappa della vicenda giudiziaria"

I cani di Green Hill, l'allevamento di beagle destinati alla sperimentazione in laboratorio di Montichiari, che la scorsa estate erano stati affidati a centinaia di famiglie in tutta Italia, sono sotto sequestro preventivo. Lo ha confermato il Tribunale del Riesame di Brescia che era stato chiamato a pronunciarsi dopo che la Corte di Cassazione aveva annullato l'ordinanza di dissequestro, emessa mesi fa.

Il Tribunale del Riesame "ha ribadito la validità della posizione assunta dalle associazioni animaliste in merito alla vicenda dell'allevamento di Montichiari - scrive in una nota l'ENPA, Ente Nazionale Protezione Animali - Auspichiamo venga fatta chiarezza una volta per tutte su quanto accaduto nell'allevamento e che - aggiunge la Protezione Animali –, una volta individuate le responsabilità, gli autori degli illeciti siano puniti in modo esemplare e la struttura venga chiusa definitivamente".

"E' una nuova positiva tappa della vicenda giudiziaria, dopo la sconfitta di Green Hill davanti al Gip del Tribunale e il pronunciamento della Corte di Cassazione - si legge in una nota della LAV, Lega Anti Vivisezione - Così è ulteriormente confermata la validità del sequestro dei beagle che, con questa decisione, si conferma preventivo. I nostri legali sono impegnati per intervenire nel processo che a breve si aprirà per punire i responsabili di maltrattamenti, anche aggravati dalla morte, e di uccisione di animali e far chiudere definitivamente l'allevamento bresciano".



Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Hill, Riesame: "Giusto il sequestro preventivo dei cani"

BresciaToday è in caricamento