menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Green Hill: Marshall ritira il ricorso, i cuccioli restano alle famiglie

I 2.700 cani beagle dell'allevamento di Montichiari restano alle famiglie adottive

Tirano un sospiro di sollievo le centinaia di famiglie che, a Brescia e in tutta Italia, hanno avuto in adozione i cuccioli di cane Beagle provenienti da Green Hill.


La multinazionale Marshall ha infatti ritirato il ricorso in Cassazione contro la decisione del Riesame, che aveva dissequestrato l'azienda , mantenendo però il vincolo sui 2.700 cani. Ora, l'udienza al Palazzaccio, fissata per il prossimo 21 febbraio, diventa pura formalità.

"Siamo felici - commenta la LAV -. Questa nuova tappa della vicenda giudiziaria conferma la validità del sequestro probatorio dei beagle di Green Hill disposto dalla Procura della Repubblica di Brescia. Ora si faccia il processo per punire i responsabili e chiudere definitivamente l'allevamento della morte".

Secondo l'associazione, "questa ritirata fa supporre che ad una nuova valutazione del caso, la ditta abbia finalmente capito che non aveva alcuna possibilità di vincere e fa ben sperare per il buon esito della vicenda giudiziaria". I beagle sequestrati nel luglio scorso e affidati a famiglie sotto custodia giudiziaria, osserva, "possono continuare a dormire sonni tranquilli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

  • Coronavirus

    Covid Bollettino Lombardia del 17 aprile 2021: tutti i dati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento