Green Hill, ecco perché la società farà ricorso contro il sequestro

Secondo i titolari "il sequestro probatorio non prende in considerazione l'esito delle innumerevoli ispezioni che hanno confermato la regolarità delle attività svolte all'interno del nostro allevamento"

"Nei prossimi giorni presenteremo ricorso contro un decreto di sequestro probatorio che non prende in considerazione l'esito delle innumerevoli ispezioni che hanno confermato la regolarità delle attività svolte all'interno del nostro allevamento". Lo rende noto Green Hill.

L'azienda di Montichiari afferma: "Il paradosso di questo provvedimento - spiega - è dimostrato dalla deriva di un sequestro nato per fare un'ulteriore verifica delle attività svolte e utilizzato invece per alimentare un processo di piazza attraverso la fuga di notizie frammentate o infondate".

"Esistono normative italiane ed europee che regolano l'allevamento degli animali e la sperimentazione animale - proseguono i responsabili della struttura sotto sequestro -. Il nostro compito è quello di rispettare queste normative, e non quello di rispondere alle provocazioni e alle illazioni di chi le ignora o le vuole stravolgere". (ANSA)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento