«Fermiamo Green Hill!», la protesta sbarca in Piazzetta a Capri

Il singolare gesto a sorpresa è opera di un gruppo di giovani animalisti capresi che hanno preso di mira la Piazzetta dell'isola del golfo di Napoli vestita a festa con gli addobbi natalizi

E' sbarcata anche a Capri la protesta degli attivisti che si battono contro la "Green Hill", l'azienda di Montichiari che alleva cani beagle destinati ai laboratori di vivisezione. Striscioni sono stati affissi nella notte sull'albero di Natale allestito dal Comune nella Piazzetta, mentre un altro è stato posto sul campanile dell'orologio.

Sull'albero ecologico, che quest'anno in occasione dei 150 anni dell'unità d'Italia il Comune ha voluto che fosse illuminato con i colori della bandiera, è stato piazzato un enorme striscione con la scritta "Fermiamo Green Hill". Altri striscioni sono stati srotolati e affissi sulla torre del caratteristico campanile e sulla facciata del palazzo che costeggia le scale che portano alla chiesa di Santo Stefano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento