Cani liberati a Green Hill: 12 arresti, danni per circa 250.000 euro

Gli arrestati arrivano da Emilia Romagna, Toscana, Torino, Treviso, Roma e Milano; tra loro non c'é alcun bresciano. Prime stime non ufficiali parlano di danni per circa 250 mila euro all'allevamento di proprietà della multinazionale Marshall

fonte: Repubblica.it

Dodici arrestati in flagranza di reato, otto donne e quattro uomini; una minorenne denunciata a piede libero. E' questo il bilancio definitivo stilato dalle forze dell'ordine dopo il blitz animalista del pomeriggio di ieri contro Green Hill, l'allevamento di cani beagle per la vivisezione.


In carcere sono finiti: una 39enne polacca residente a Ferrara; una 47enne di Bologna; una 51enne di Roma; una 21enne di Cascina, in provincia di Pisa; un 40enne di Argelato, nel bolognese; una 44enne di Pelago e un 37enne di Castelfiorentino, entrambi in provincia di Firenze, un 25enne di Torino già noti alle forze di polizia; una 22enne di Roma; una 26enne di Firenze; un 42enne di Pomezia e una 38enne di Treviso.

- Attivisti arrestati: la visita della Brambilla
- Blitz a Green Hill: gli attivisti liberano i cani

Prime stime non ufficiali parlano di danni per circa 250 mila euro all'allevamento di proprietà della multinazionale Marshall.
Le accuse di cui devono rispondere i manifestanti sono rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, furto aggravato in concorso e violazione di domicilio aggravata.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento