Green Hill: nell'allevamento mancano all'appello 454 cani

Lo sostiene l'Oipa in un comunicato. Il 1° ottobre all'anagrafe risultavano detenuti 2030 cani, mentre nella perquisizione del 30 settembre erano 2484. Dunque, 454 cani sono scomparsi o non sono stati registrati in nessun posto

A Green Hill mancano all’appello ben 454 cani. E' quanto sostiene in un comunicato l'Oipa di Brescia, notizia di per sé clamorosa se riuscirà ad essere confermata. L'organizzazione sostiene che alla banca dati dell’anagrafe canina regionale, il 1 ottobre risultavano detenuti 3888 cani, di cui 1858 deceduti. Dunque, nell'allevamento avrebbero dovuto esserci 2030 cani vivi.

Ma, se si confronta il numero di cani presenti durante la perquisizione del 30 settembre, in tutto 2484 (dato confermato dalla polizia locale), ne consegue che 454 cani non sono stati registrati in nessun posto. Per l'Oipa una così grossa differenza nel numero dei cani potrebbe essere spiegata con un uso non legale dei cani, come, ad esmpio, in qualche tipo di sperimentazione non autorizzata di cui si vorrebbe far perdere le tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in poche ore morte tre sorelle

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 29 marzo 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento