rotate-mobile
Cronaca

La tempesta che ha sfiorato il Bresciano: chicchi di grandine da un etto

Grandi come pesche, pesanti fino a 100 grammi

A pochi giorni dalla tempesta che si è abbattuta sulla Bassa Bresciana, e in particolare nel Cremonese, la furia del maltempo torna ad abbattersi sulla Lombardia, risparmiando la nostra provincia: solo sfiorata da una violenta perturbazione che in prima serata si è avvicinata da nord, come detto ha sfiorato il territorio bresciano (solo forte vento, e nulla più) e si è infine abbattuta nel Mantovano e nel Veronese (e più in là anche nel Vicentino e in altri luoghi del Nord-Est).

Chicchi di grandine da oltre 90 grammi

La conta dei danni è in corso, ma è pesantissima: dal cielo, scatenate da una supercella Hp, sono cadute "palle" di grandine del peso di oltre 90 grammi e con un diametro compreso tra i 7 e i 9 centimetri. Nella Bassa Mantovana la grandine è caduta in particolare a Ostiglia e Revere, risparmiando ad esempio i paesi vicini come Poggio Rusco. "Violenta grandinata - fa sapere il Comune di Ostiglia - Chicchi anche di 90 grammi caduti sia in centro che nelle aree periferiche".

Qualche ora dopo, un aggiornamento sui danni: "Si segnalano danni ovunque ad auto, vetri di auto e abitazioni. Per quanto riguarda gli edifici pubblici, danni rilevati alla palestra Bonazzi (lucernari rotti), al tetto della sede della corale Giuseppe Verdi, semafori danneggiati, tetti con tegole rotte e cadute sulla strada in diverse vie del paese. Valuteremo con l'ufficio tecnico l'entità dei danni complessivi e l'eventuale richiesta dello stato di calamità naturale".

La supercella anche in provincia di Verona

La supercella è arrivata anche nell'Est Veronese e oltre confine, in provincia di Vicenza. Foto e video raccolti da Tornado in Italia raccontano di chicchi di grandine delle dimensioni di pesche o albicocche: sono bastati pochi minuti per danneggiare automobili, abitazioni ed edifici. Colpiti in particolare i Comuni di Vestenanova, San Giovanni Ilarione, Ronco all'Adige e Zevio, solo per citarne alcuni. Si stimano pesantissimi danni alle colture del territorio, alcune di queste assai pregiate come ciliegi e vigneti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tempesta che ha sfiorato il Bresciano: chicchi di grandine da un etto

BresciaToday è in caricamento