Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

“Inaccettabile quell’aria schifata”, Grana Padano fa causa a Beautiful

Incredibile ma vero: in una puntata della soap "Beautiful" uno dei protagonisti (Charlie Webber) si accorge di aver comprato il Grana Padano e corre in negozio a cambiarlo. Per il Consorzio è un "messaggio denigratorio"

Brooke e Ridge, i volti simbolo della ‘soap’ statunitense

Dalle parole ai fatti: forse la più nota soap opera a stelle e strisce, tradotta e trasmessa in tutto il mondo da almeno 30 anni, adesso se la dovrà vedere con i legali del Consorzio Grana Padano, con sede a Desenzano del Garda. Il motivo? Uno dei (tanti) protagonisti di “Beautiful”, la soap in onda da quasi tre decenni su Canale 5, avrebbe “ripudiato” il prezioso formaggio.

“Oh no, I got Padano!”: così esclama Charlie Webber, talmente arrabbiato che decide di interrompere il pranzo e i suoi commensali, per andare a comprare del Parmigiano Reggiano. In italiano, traduzione più o meno letterale: “Oh no, ho comprato il Grana Padano”. E non solo: “Vado subito a comprare il Parmigiano Reggiano”.

E al Consorzio questo non va giù. “Che Beautiful citi, evidenzi ed esalti il Parmigiano Reggiano ci va benissimo – scrive il direttore generale Stefano Berni in una lettera – perché è fuori da ogni dubbio che sia il prodotto agroalimentare italiano più noto e blasonato al mondo, un vanto per tutto il food italiano”.

“Ovviamente non ci va bene l'aria schifata del protagonista quando esclama 'Oh, no, I got Padano', e tanto peggio la traduzione italiana, perché si riferisce al prodotto Dop in assoluto più consumato al mondo […] e quindi mai potrebbe dare spontaneamente adito nei consumatori ad un atteggiamento quale quello che si è voluto rappresentare in Beautiful”.

Primo passo: verificare la corretta traduzione italica dei dialoghi originali, confrontandosi con Mediaset. Fatto. Secondo passo: volare negli States e fare causa alla produzione di “The Bold and the Beautiful” (questo il titolo originale). Per i legali del Grana Padano non si sarebbe trattata di una “semplice” pubblicità comparativa, ma di un vero “messaggio denigratorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Inaccettabile quell’aria schifata”, Grana Padano fa causa a Beautiful

BresciaToday è in caricamento