Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Gottolengo

Senza soldi, ma fanno la bella vita: padre e figlio arrestati per spaccio di cocaina

I due sono stati portati nel carcere di Canton Mombello

Il loro stile di vita, cambiato troppo repentinamente, ha destato subito sospetto: i carabinieri di Gambara hanno arrestato a Gottolengo due uomini, padre e figlio di 58 e 34 anni, per detenzione e spaccio di cocaina.

Le loro recenti attività e la loro improvvisa disponibilità di denaro non erano passate inosservate in paese: il padre, originario di Gottolengo, è un commerciante che percepiva il reddito di cittadinanza (poi interrotto) a cause delle difficoltà economiche, mentre il ragazzo, nato ad Asola, era un operaio generico. Troppo radicale il cambio delle loro abitudini: una nuova abitazione in un residence con piscina in riva al lago di Garda e un’eccessiva frequentazione nei bar del paese, il tutto con una continua ostentazione della loro ricchezza, che, alla lunga, ha attirato l’attenzione dei carabinieri di Gambara.  

Dopo averli notati in paese, i militari hanno deciso di bloccarli all’uscita di un bar, trovandoli in possesso di circa 25 grammi di cocaina. La perquisizione è poi proseguita presso l’abitazione in riva al lago: qui i carabinieri hanno rinvenuto mezzo chilo di cocaina, 10mila euro in contanti, un bilancino di precisione e del materiale per il confezionamento, il tutto posto sotto sequestro. Per entrambi, dopo la convalida dell’arresto, sono stati portati al carcere cittadino di Canton Mombello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza soldi, ma fanno la bella vita: padre e figlio arrestati per spaccio di cocaina

BresciaToday è in caricamento